See on Scoop.itGood Things From Italy – Le Cose Buone d’Italia

Un santo gustoso

 

La paradisiaca bontà del prosciutto simbolo di San Daniele

 

Materie prime rigorosamente selezionate, rispetto delle antiche tradizioni di lavorazione e aria buona, quella di San Daniele del Friuli. Dal mix di questi tre semplici ma fondamentali fattori nasce un prodotto unico e inimitabile: il Prosciutto di San Daniele, vanto della gastronomia italiana che esporta nel mondo l’eccellenza di un saper fare con secoli di storia alla spalle.

 

Storica vocazione

Ampie pianure e dolci rilievi, aperte campagne solcate dal lento e solenne scorrere del Tagliamento e in mezzo una ridente cittadina, ricca di storia, arte e cultura, tanto da meritarsi l’appellativo di ‘piccola Siena del Friuli’. È qui, e qui soltanto, che nasce il Prosciutto di San Daniele, dove i venti freddi delle Alpi Carniche incontrano quelli miti del mare Adriatico, dove note resinose e sentori salmastri si mescolano in un ambiente con umidità e temperatura regolate dalle terre moreniche e dalle acque del ‘re dei fiumi alpini’. Prodotto da queste parti fin dall’epoca romana, il Prosciutto di San Daniele ha arricchito le tavole di alti prelati e reali europei, conquistandosi una fama che ancora oggi lo consacra come uno dei prodotti tipici più amati e consumati: un successo suggellato dal marchio dop, dall’istituzione del Consorzio del Prosciutto di San Daniele e dalla celebrazione annuale affidata alla manifestazione Aria di festa che, recuperando l’usanza dell’antica sagra medievale del prosciutto, rievoca riti e sapori di un tempo.

 

See on www.lifeandtravel.com